Accoglienza Rifugiati

ACCOGLIENZA RICHIEDENTI ASILO COMUNE DI MONTE SAN BIAGIO

Dal mese di marzo 2014 il Comune di Monte San Biagio collabora con il Ministero dell'Interno per accogliere rifugiati e richiedenti asilo che, in un flusso continuo, approdano sulle coste italiane.

Sono decine di migliaia i profughi scappati dalla miseria del loro paese di origine e giunti in Libia con la speranza di trovare risposte al loro progetto-migratorio e sono diventati vittime di persecuzione razziale-sfruttamento-torture.

Approdano in Italia dopo il viaggio della morte nel quale I protagonisti spesso non sanno dove sono diretti e se mai arriveranno alla meta.

Il Ministero dell'Interno, dovendo dare risposte adeguate al continuo afflusso di profughi sulle coste italiane ha provveduto, nell'ambito delle Politiche di Accoglienza, ad istituire su tutto il territorio italiano I CENTRI SPRAR.

Il centro SPRAR attivo nel Comune di Monte San Biagio fa parte del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR) e garantisce un intervento di "accoglienza integrata" ai richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale. La gestione del progetto è stata affidata alla Coop. Karibu (ente Gestore del Progetto) in ragione della sua esperienza pluriennale nelle politiche di accoglienza.

Utenti, operatori, servizi invianti e volontari condividono un progetto di integrazione personale, finalizzato al recupero dell’autonomia sociale, relazionale ed economica.

Il 26 marzo 2014 il Comune di Monte San Biagio ha dato ospitalità ai primi ospiti, n. 8 ragazzi richiedenti asilo politico.

Il Progetto offre vitto e alloggio, provvede alla realizzazione di attività di accompagnamento sociale, finalizzate alla conoscenza del territorio e all'effettivo accesso ai servizi locali, fra i quali l'assistenza socio-sanitaria. Sono inoltre previste attività per facilitare l'apprendimento dell'italiano e l'istruzione degli adulti, nonché ulteriori interventi di informazione legale sulla procedura per il riconoscimento della protezione internazionale e sui diritti e doveri dei beneficiari in relazione al loro status.